Raccontiamo il Cibo

IL TUO CARRELLO


Prezzo
Quantità

TOTALE

€0,00 Aggiorna il carrello

La consegna è esclusa dal prezzo totale. Verrà applicata al momento del check out.

#CUCINADAFAVOLA: TORTELLONI DI RICOTTA CON BURRO PROFUMATO AL TIMO LIMONE E GRANELLA DI NOCCIOLE

LA RICOTTA DEL CASEIFICIO SOCIALE “RIO SAN MICHELE” Senza alcun dubbio la ricotta più buona che io abbia mai mangiato in tutta la mia vita. E vi assicuro che di ricotte ne ho assaggiate considerando che vengo da una famiglia produttrice e consumatrice seriale di tortelloni da generazioni. L’ho scoperta anni fa, ancora prima di conoscere Giulia e Caterina e da allora non l’ho mai più lasciata. C’è da dire che, a differenza di molte altre ricotte in commercio, questa contiene panna e, sebbene questo la renda certamente più grassa, calorica e un po’ meno amica della dieta, è anche il segreto della sua incredibile bontà e consistenza.


LE NOCCIOLE DI “CASCINA MASUERIA” Cascina Masueria è una piccola azienda che sorge nel comune di Murazzano, uno dei principali centri dell’Alta Langa, in Piemonte. Dal 2011 la sua specialità è la produzione della Nocciola del Piemonte I.G.P., universalmente conosciuta come la migliore al mondo. “Alle redini” Diego (diplomato in Agraria) e Claudio (ex pasticcere) che hanno rilevato l’azienda di famiglia, hanno fatto certificare le loro nocciole e hanno deciso poi di abbandonare il mercato all'ingrosso costruendo un laboratorio aziendale dove le sgusciano, le tostano e le vendono al consumatore finale. Giulia e Caterina ve le offrono tra i loro prodotti, assieme ad altre leccornie della stessa azienda tra cui due eccezionali creme spalmabili perfette anche per chi è intollerante a lattosio o glutine perché realizzate con solo 3 ingredienti: nocciole, zucchero e cacao.

LA RICETTA
INGREDIENTI (PER 6 PERSONE)
Per la pasta:

  • 200 g di farina 00
  • 100 g di farina di semola
  • 3 uova:

Per il ripieno:

  • 500 g di ricotta
  • 80 g di Parmigiano Reggiano
  • Sale, pepe e noce moscata q.b.

Per il condimento:

  • 100 g di burro
  • Qualche rametto di timo limone (potete usare le erbe aromatiche che più vi piacciono, anche il timo classico o la salvia vanno benissimo)
  • 50/60 g di nocciole tritate
  • Parmigiano a piacere

PROCEDIMENTO 
Versate la farina su una spianatoia, fate un buco al centro e mettete le uova e il sale. Impastate. (Se volete potete usare la macchina impastatrice, io vado di mani, come la nonna).
Preparate il ripieno. In una ciotola mettete la ricotta, il parmigiano grattugiato, sale, pepe e noce moscata. Mescolate il tutto con un cucchiaio fino a quando non ottenete una composto omogeneo.
Stendete la pasta e tagliatela in quadrati con i lati all'incirca di 8/10 centimetri.
Mettete un cucchiaino con il composto di ricotta al centro di ogni quadrato, piegate ogni quadrato di pasta a triangolo, premendo i bordi con decisione in modo tale che l’aria esca completamente. Ripiegare poi a forma di “ombelico di Venere”. Disponeteli in un vassoio su un canovaccio pulito e leggermente infarinato.
In una padella fate scogliere il burro a fuoco lento assieme alle foglioline di timo. Cuocete i tortelloni in abbondante acqua salata per circa 5 minuti poi saltateli nel burro e serviteli aggiungendo in ultimo le nocciole tritate e una bella spolverata di Parmigiano.
Se non li utilizzate tutti subito potete conservare i vostri tortelloni di ricotta in congelatore per al massimo 1 mese. Per congelarli potete procedere in questo modo: riponete il vassoio con i ravioli in congelatore per un paio d’ore o fino a quando non saranno induriti. Quindi disponeteli in sacchetti gelo alimentari. Quando li vorrete utilizzare estraete il sacchetto gelo dal congelatore e cuoceteli in abbondante acqua salata ancora congelati.


Lascia un commento